Scopi del Comitato Adda Sud

Il Comitato è sorto per iniziativa delle più rappresentative associazioni lodigiane che fruiscono delle risorse dell'ambiente fluviale: i pescatori. Tuttavia non è sorto per trattare di pesca ma per una precisa consapevolezza: è del tutto inutile parlare di pesca se l'ambiente degrada.

Il Comitato si prefigge di sviluppare azioni di sensibilizzazione e miglioramento con specifico riferimento al bacino dell'Adda e, in particolare, di coinvolgere le Istituzioni gli Enti Locali le forze economiche e sociali in un Patto per l'Adda diretto a perseguire risposte concrete

  • Deflusso minimo vitale
    Rispetto delle indicazioni comunitarie relativamente al deflusso minimo che assicuri il mantenimento delle caratteristiche ambientali e morfologiche del contesto dell'Adda e, insieme, la sopravvivenza delle diverse forme di vita presenti.
  • Qualità delle acque
    Censimento dello stato delle acque del bacino dell'Adda per la formulazione di un piano di miglioramento lungo tutto il territorio provinciale
  • Sicurezza ed ambiente
    Interventi di messa in sicurezza che evitino dannose alterazioni del corso del fiume o aggravino i rischi esistenti
  • Opportunità e limiti alla navigabilità
    Definizione delle attività di navigazione compatibili con la tutela delle caratteristiche ambientali e con le specificità delle specie ittiche presenti nel fiume
  • Zone umide
    Valorizzazione delle lanche e delle morte per la tutela ittica e dell'avifauna attraverso piani di recupero partecipati dalla Associazioni locali aderenti al Comitato
  • Vigilanza
    Coordinamento tra le forze addette alla vigilanza anche con la partecipazione delle Associazioni
  • Programmi di tutela delle specie ittiche autoctone a rischio di estinzione
    Miglioramento e ampliamento dei programmi di tutela già avviati per le specie in via di estinzione